Ance spiega alle imprese edili come sopravvivere al Coronavirus

28/02/2020 – Evitare che la sospensione delle attività, talvolta necessaria per la tutela della salute dei lavoratori e la prevenzione dei contagi da Coronavirus, impatti in modo negativo sulle imprese, che potrebbero non rispettare gli impegni contrattuali assunti. Con questo obiettivo l’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) ha redatto una miniguida cui attenersi in cantiere.

Sospensione lavori e comunicazioni al Comune
Ance raccomanda alle imprese di presentare al Comune in cui sorge il cantiere una comunicazione finalizzata a rinviare l’inizio dei lavori, sospenderli o chiedere la modifica dei termini per l’eventuale rateizzazione degli oneri urbanizzazione. La richiesta dovrà essere motivata con le difficoltà oggettive riscontrate, ad esempio impossibilità di ricevere i materiali o presenza di misure restrittive

La sospensione, precisa l’Ance, non è automatica, a meno che non intervengano..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Tagged on:                         
Translate »