Pavimenti continui, guida alla scelta

16/04/2020 – I pavimenti continui sono rivestimenti senza fughe e senza le interruzioni dei tradizionali pavimenti in piastrelle. Grazie a queste caratteristiche, riescono a modificare la visione degli ambienti, ‘ampliando’ lo spazio.

Inoltre, molte tipologie possono essere posate al di sopra del pavimento esistente, permettendo di risparmiare tempi e costi in caso di ristrutturazioni. In più, i pavimenti continui sono facili da pulire e igienici perché l’assenza di fughe impedisce allo sporco e ai batteri di annidarsi o di essere assorbiti.

Generalmente sono indicati per ambienti sia interni che esterni grazie alle ampie possibilità di personalizzazione e all’alta resistenza all’usura. I pavimenti continui sono realizzabili in numerosi materiali, come resina, pvc, cemento e gres. Esistono anche pavimenti continui in ceramica.

Pavimenti continui
Tra i pavimenti applicabili su un materiale già..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Tagged on:                 
Translate »